Monitoraggio degli interruttori automatici

Profilazione rapida e affidabile in loco “al primo innesco” per una manutenzione degli interruttori automatici basata sulle condizioni reali, al fine di garantire costi di esercizio inferiori e prolungare la vita utile della risorsa.

La sfida per i gestori delle risorse

Un interruttore automatico obsolescente o che non viene regolarmente sottoposto a manutenzione può essere lento da innescare e rischia di causare notevoli problemi agli operatori di rete. Oltre a interrompere la fornitura per i clienti, gli interruttori con un innesco lento possono provocare guasti di corrente che si ripercuotono su tutta la rete, comportando:

  • Danni agli impianti
  • Rischi per la salute degli operatori
  • Ingenti sanzioni pecuniarie

I test convenzionali sulle tempistiche, che richiedono la rimozione dal servizio dell’interruttore automatico, non forniscono una valutazione accurata delle condizioni dell’interruttore. I difetti che possono condurre a operazioni di innesco lente sono spesso eliminati temporaneamente in occasione del primo avvio, rendendo difficile valutare in che modo l’interruttore si comporterebbe in condizioni di guasto reali.

Profile P3 SUBSTATION
L’80% dei difetti può essere individuato tramite la profilazione al primo innesco. La profilazione al primo innesco è fondamentale per un monitoraggio accurato degli interruttori in base alle condizioni e fornisce ai gestori delle risorse la visibilità delle condizioni effettive dell’interruttore automatico.

Affrontare le sfide con PROFILE P3

Caratteristiche principali

  1. Potente analisi in loco: PROFILE P3 può mostrare più di 4 registrazioni sovrapposte in formato grafico. Ciò consente una rapida analisi in loco di potenziali guasti attraverso il confronto tra un profilo chiuso o un primo innesco con le successive operazioni dell’interruttore.
  2. Test online combinato per il relè di protezione e l’interruttore automatico: Una versione migliorata del software consente l’acquisizione dei tempi di innesco sia del relè di protezione che dell’interruttore automatico.
  3. Modo multi-scatto: Con questa funzione PROFILE P3 è in grado di ri-armare e acquisire operazioni multiple dell’interruttore automatico. Può essere usato per monitorare un interruttore automatico durante i guasti o le operazioni avviate da SCADA.
  4. Funzione di confronto automatizzato: Fornisce un’indicazione chiara pass/fail (verde/rosso) determinando se i parametri chiave, Buffer, Acon, Mcon sono al di fuori delle tolleranze impostate dall’utente tra la prima, la seconda e la terza operazione di innesco.

Profile P3 case

In che modo funziona PROFILE P3?

Il monitoraggio del flusso di corrente tramite la bobina di sgancio fornisce indizi fondamentali sull’idoneità di un circuito automatico a innescarsi. Misurare la deviazione dai parametri normali aiuta a individuare potenziali problemi nella bobina di sgancio, nel circuito DC o nel meccanismo operativo, dove si verifica l’80% dei guasti.

Un interruttore automatico che funziona correttamente avrà un proprio profilo tipico. Le deviazioni da questo profilo nominale possono evidenziare potenziali problemi dovuti a difetti elettrici o a problemi meccanici come la mancanza di lubrificazione. La valutazione di questa deviazione viene effettuata confrontando l’operazione dell’interruttore “di primo innesco” con un secondo innesco o con inneschi successivi e sovrapponendo i profili per confrontarli.

PROFILE P3 permette di misurare in modo non invasivo il profilo della bobina di sgancio/chiusura dell’interruttore, assieme alla tensione DC e al tempo di contatto principale. In questo modo è possibile effettuare connessioni a un circuito automatico sotto tensione in pochi minuti, acquisendo l’operazione critica del primo innesco.

I vantaggi di PROFILE P3

Cost icon

Costi di manutenzione ridotti

Consente l’adozione di strategie di manutenzione convenienti per i gestori delle risorse, in base a una valutazione dell’interruttore basata sulle condizioni reali

Icons coral 105 Foresight

Profilazione visiva intuitiva

Consente una rapida analisi in loco dei difetti dell’interruttore tramite un confronto tra il primo innesco o del profilo chiuso con le successive operazioni dell’interruttore

Costly penalties icon

Consente di evitare costose sanzioni

Anticipa problemi causati da operazioni lente di innesco che provocano una perdita di alimentazione, danni costosi all’attrezzatura di rete e potenziali sanzioni derivanti da CI/CML.

Icons coral 105 Cog solution

Vita utile della risorsa prolungata

L’individuazione semplice e veloce di tendenze nei parametri chiave dei principali interruttori automatici permette agli operatori di anticipare le attività di manutenzione necessarie e di prolungare la vita utile della risorsa.

Consultare l’immagine dettagliata

Integrato con PROFILE P3, il software Replay Pro per PC è un potente strumento di analisi che combina il rilevamento dei difetti nei circuiti automatici con l’individuazione di tendenze nelle prestazioni rispetto a parametri chiave, in base alle registrazioni di profili importate dal sistema. REPLAY PRO può essere ospitato su un server centrale, per condividere i dati di profilazione dell’interruttore automatico e utilizzarli anche per altri scopi all’interno della tua organizzazione.

Replay Pro software è parte integrante del sistema PROFILE P3 e permette di archiviare, recuperare e analizzare le registrazioni dei profili in modo efficiente. Costituisce il collegamento fondamentale tra il sistema e chi all’interno dell’organizzazione deve avere accesso ai dati per gestire in modo efficace le proprie risorse.

Ulteriori informazioni

Per saperne di più sulle nostre soluzioni o i nostri servizi, fare clic di seguito.

Scoprite di più su PROFILE P3

Contattateci se desiderate saperne di più sul modo in cui Profile P3 può migliorare la velocità, l’accuratezza e l’efficienza del monitoraggio degli interruttori automatici e l’analisi delle condizioni.